Curriculum vitae

(scarica)

Simone Marzorati attualmente è Tecnologo presso la sede di Ancona del Centro Nazionale Terremoti (CNT) dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) dall'aprile 2010, dove contribuisce al mantenimento ed alla gestione delle Rete Sismica Integrata dell'Italia Centro Orientale (ReSIICO). L'attuale attività, di ricerca applicata e sperimentale, è svolta nell'ambito del monitoraggio sismico del territorio, principalmente inerente alla ReSIICO, alla Rete Sismica Nazionale dell'INGV e alla Rete sismica dell' Alta Val Tiberina. Si occupa di: - gestione dei sistemi di monitoraggio - elaborazione di dati sismici - valutazione della qualità dei segnali - osservazione e analisi di sequenze sismiche - caratterizzazione del rumore sismico di fondo. Inoltre svolge attività di campo riguardanti: - installazione e manutenzione di stazioni sismiche - emergenze sismiche - caratterizzazione sismica dei siti - effetti di amplificazione geologici e morfologici. Collabora alla realizzazione e manutenzione dei databases e alla disseminazione dei dati e delle informazioni scientifiche via web della sede di Ancona. Precedentemente ha lavorato presso la Sezione di Milano-Pavia dell'INGV da aprile 2001 a marzo 2010, contribuendo alla progettazione , realizzazione e gestione della Rete Accelerometrica dell'Italia Settentrionale (RAIS).

Laurea in: Scienze Ambientali conseguita presso Università degli Studi di Milano-Bicocca il 20 marzo 2001

Dottorato di Ricerca in : Scienze Geologiche e Geotecnologie per l'Ambiente e il Territorio conseguito presso Università degli Studi di Milano-Bicocca il 16 gennaio 2007

Nel 2015 è responsabile tecnico-scientifico per la Convenzione Quadro 2015 Regione Marche - INGV

Nel 2014 è responsabile tecnico-scientifico per la Convenzione Quadro 2014 Regione Marche - INGV

Nel 2011 è coordinatore e referente per il monitoraggio velocimetrico nell'ambito delle attività della Sede INGV di Ancona.

Nel 2009 ha coordinato la campagna di misure di noise sismico e l'installazione di una micro-rete temporanea di monitoraggio sismico per la valutazione degli effetti locali nel Comune di Castelvecchio Subequo (AQ) e per la stima della profondità del substrato roccioso nel bacino della Conca Subequana.

Nel 2009 ha coordinato la campagna di misure geofisiche per conto della Sezione di Milano-Pavia dell'INGV all'interno delle indagini esplorative per il Progetto C.A.S.E. e per la Microzonazione Sismica per la Ricostruzione nei Comuni maggiormente colpiti dal terremoto de L'Aquila.

Nel 2008 ha coordinato la campagna di misure di noise sismico nell'area industriale di Priolo Gargallo (Sr) nell'ambito del Progetto Priolo svolto in collaborazione tra INGV-MIPV e EUCENTRE.

Ha partecipato all'installazione delle reti di pronto intervento INGV a seguito delle seguenti emergenze sismiche: Molise 2002, Monghidoro 2003, Garda 2004, L'Aquila 2009, Emilia 2012.

Ha partecipato ai turni di sorveglianza sismica per la crisi sismica Molise 2002 e per le crisi vulcaniche di Stromboli 2003 e 2007.

Contribuisce ai Progetti:
- Convenzione INGV-Regione Marche (Dipartimento Per le Politiche Integrate di Protezione Civile)
- HOLISTIC-WP9 (Adriatic IPA EU project)
- The Alto tiBerina near fault ObservatOry (TABOO-EPOS)
- Pronto Intervento Sismico CNT-INGV (SISMIKO)

Ha contribuito ai Progetti:
- PLUTO (Progetto Premiale Miur) - INGV-DPC S2-TASK7 2014 - NERA: Network of European Research Infrastructures for Earthquake Risk Assessment and Mitigation
- Rete Accelerometrica dell'Italia Settentrionale (RAIS)
- Contratto STOGIT-INGV: Monitoraggio della microsismicità naturale e/o indotta nel giacimento di Cortemaggiore
- ITACA: ITalian ACcelerometric Archive
- Piano di disinquinamento per il risanamento del territorio della provincia di Siracusa e dell'area industriale di Priolo Gargallo (Eucentre - INGV)
-Progetto S1 Convenzione INGV-DPC 2007-2009: Determinazione del potenziale sismogenetico in Italia per il calcolo della pericolosità sismica
-Progetto S3 Convenzione INGV-DPC 2007-2009: Valutazione rapida dei parametri e degli effetti dei forti terremoti in Italia e nel Mediterraneo
-Progetto S4 Convenzione INGV-DPC 2007-2009: Banca dati accelerometrici
- Cavola Experiment: a dense broadband seismic array on an active landslide
- Progetto S3 Convenzione INGV-DPC 2004-2006: Scenari di scuotimento e di danno atteso in aree di interesse prioritario e/o strategico
- Progetto S6 Convenzione INGV-DPC 2004-2006: Database dei dati accelerometrici italiani relativi al periodo 1972 - 2004
- Progetto GNDT (coord Cocco): Development and comparison between Methodologies for the Evaluation of Seismic Hazard in Seismogenic Areas
- Progetto GNDT (coord. Amato e Selvaggi): Terremoti probabili in Italia dal 2000 al 2030: elementi per la definizione di priorità del rischio sismico